Anticorpi Asca

(1/3) > >>

Barbara:
Ciao a tutti, posso farvi una domanda?

E' mai capitato a qualcuno di voi di avere tutti valori degli esami di laboratorio (VES, PCR, EMocromo ecc) ed ecografie anse intestinali BELLISSIMI E NELLA NORMA ma di avere uno dei due anticorpi ASCA positivi?

Ptaticamente la VES sempre a 2, nessun ispessimento intestinale, niente di niente...ma uno degli anticorpi Asca è positivo e indica il 35..
Gli Anca sono tutti negativi.

Vedo il mio gastro tra 5 giorni...ma non riesco a resistere! Magari qualcuno di voi sa darmi qualche spiegazione...
Significa che son destinata a contrarre la malattia prima o poi? (posto che non ce l'abbia già adesso!)
C'è magari un range di valori a cui fare riferimento??
Che ne so? Magari una positività al 70% è un segnale più alto di infiammazione/malattia rispetto a una positività al 35%?

Grazie di cuore!

Francesco_to:
Ecco cosa ho trovato curiosando su  internet........

Non esistono ancora spiegazioni certe sulle cause di insorgenza delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino.

La diagnosi va dalla Radiografia diretta dell’Addome indubbiamente utile nelle fasi acute (megacolon se >6 cm) al Clisma opaco, fino alla TAC spirale, utile nello studio dello spessore della parete e nel coinvolgimento di strutture extraparietali.   A questi esami si aggiungono gli anticorpi anticitoplasma dei neutrofili (ANCA) utile nell’identificazione della Colite Ulcerosa e gli anticorpi IgG e IgA contro il Saccaromices Cerevisiae (ASCA) per il Morbo di Crohn.

L'osservazione che gli ANCA e gli ASCA si riscontrano anche nei parenti sani  dei pazienti, lascia ipotizzare che la loro presenza non sia secondaria all'infiammazione, ma che rappresenti un fattore predisponente.

Studi recenti hanno dimostrato che la combinazione di un test ANCA positivo con un test ASCA negativo aveva un valore predittivo del 92,5% per la Colite Ulcerosa e un ASCA (IgG o IgA)  positivo con ANCA negativo un valore predittivo del 96% per il Morbo di Crohn, che si avvicina al 100% se positivi gli ASCA sia IgA che IgG.  

ASCA e ANCA hanno un valore di sensibilità intorno al 60%, pertanto non tutti i malati vengono identificati, ma il test è molto utile per una differenziazione tra Colite Ulcerosa e Morbo di Crohn e per identificare pazienti a rischio.   Si è notato inoltre che pazienti con Morbo di Crohn positivi sia per ASCA che ANCA, statisticamente hanno più facilmente una localizzazione colica della malattia simile alla colite ulcerosa.

Barbara:
Grazie Francesco.
Queste informazioni le ho trovate anch'io in Internet e appunto non mi hanno dato tanto conforto...
Sembra proprio che chi ha gli anticorpi positivi ASCA debba un giorno prima o poi arrivare alla malattia...
Per questo che ho scritto nel forum...perchè magari tra di voi c'è qualcuno che ha fatto questi esami e sa dirmi che risultato aveva avuto...

Uff...che ansia però!
 :-L

Francesco_to:
Non è detto che la malattia debba per forza arrivare.... c'e' solo una maggiore predisposizione, questo si...... oo)

Barbara:
Ma tu come hai fatto a scoprire di avere il Morbo di Chron? Cosa ti sentivi?  E quali esami ti hanno fatto fare? Immagino che non avrai mai fatto la ricerca degli anticorpi Asca quindi...

Navigazione

[0] Indice dei Posts

[#] Pagina successiva